Bolina

Per bolinare occorre orzare cioe’ dirigersi verso il vento, va messa la tavola di taglio ed occorre aumentare la pressione dei talloni .

Il bordo della tavola, in parte immerso in acqua, ha funzione di binario ed aiuta a risalire il vento.

E’ necessario adoperare un ala adatta per le condizioni del vento presente in quel momento, il vento leggero non consente un efficace conduzione boliniera e si perde acqua con conseguente rientro a piedi rispetto al punto di partenza.

Regole

La bolina e’ il risultato di un delicato equilibrio, per risalire il vento occorre :

Aumentare la pressione dei talloni e del piede di poppa, cosi facendo la tavola orzera’, il peso deve essere scaricato maggiormente a poppa, tenendo leggermente flessa la gamba posteriore. Buona norma e’ quella di porre il 60 % del peso sulla gamba posteriore ed un 40 % su quella anteriore ;

Portate le spalle all’indietro, girate il corpo verso il senso di marcia e guardate in direzione del punto in cui volete andare ;

Guardate il kite solo se necessario e solo per pochi istanti, mantenendo l’assetto del corpo come descritto al punto precedente ;

Muovete il kite ( percorso sinusoidale ) per ben sfruttare la trazione . Attenzione,tenere alto l’aquilone rendera’ difficoltoso mantenere la tavola di taglio sull’acqua e quindi perderete l’assetto boliniero, dunque tenete il kite basso 30° 40° sull’acqua ;

Un altro trucco per ben bolinare e’ quello di far penzolare il braccio vicino all’acqua in modo da facilitare l’assetto del corpo.

Fattori negativi

Alcuni fattori potranno contribuire a farvi perdere acqua, impedendovi di tornare nei pressi del punto di partenza, essi sono :

Manovre d’inversione non eseguite con rapidita’ ;

Cadute con la conseguente procedura di ripartenza che fanno scarrocciare di qualche decina di metri ;

Vento a raffiche e salti molto alti.